skip to Main Content
0564 453846 info@dentalcompetence.it Via Aurelia Nord, 219 - Grosseto GR 58100
All On Six: Ripristino Completo Per Pazienti Edentuli

All on six: ripristino completo per pazienti edentuli

Introduzione

L’all on six è una tecnica che consente il ripristino completo di un’intera arcata dentale su pazienti edentuli.

Ci riferiamo a tutti coloro che hanno perso la totalità degli elementi dentali e necessitano di una soluzione fissa, che rimanga stabile nel tempo.

Grazie all’implantologia all on 6, è possibile ottenere la riabilitazione di arcate complete in ogni elemento, siano esse mandibolari o mascellari.

La cosa importante sta nel fatto che questi manufatti protesici possono essere installati nell’arco di 24-48 ore, avvalendosi della cosiddetta tecnica a carico immediato.

Essa garantirà:

  • una perfetta riabilitazione estetica;
  • Il ripristino delle funzioni masticatorie e fonetiche, senza dover attendere il completamento della guarigione ossea.

In questo approfondimento sull’all on six, spiegheremo perché si è arrivati a ideare questo innovativo modello di protesi e come viene installato nella bocca del paziente.

Ai molti pazienti che ci chiedono la differenza, spiegheremo quando è da ritenersi migliore il propendere per un manufatto protesico all on four, e quando puntare sull’all on six.

Ricordiamo che presso il nostro Studio dentistico a Grosseto, Dental Competence, eseguiamo quotidianamente inserimenti di impianti con la tecnica all on six.

Di conseguenza, se avete la necessità di eseguire un ripristino della vostra arcata dentale, potrete trovare in noi il miglior alleato possibile.

Da dove nasce l’esigenza della tecnica all on six

dentiere mobili di un paziente
Le problematiche derivanti dall’uso di dentiere mobili, hanno spinto a ideare manufatti come l’all on six

Come anticipato, l’all on six rappresenta un’alternativa di alto livello alle classiche protesi mobili, e consente il completo ripristino del cavo orale nella totalità delle sue funzioni.

Ma come si è arrivati a progettare tale soluzione?

Il tutto deriva dalle problematiche che sorgono con l’uso di una protesi mobile, e che hanno reso necessario ideare una soluzione più performante e stabile.

In particolare, una dentiera mobile presenta le seguenti problematiche:

  1. per sua natura non può garantire stabilità, di conseguenza rischia di spostarsi mentre parliamo o mangiamo, o anche solo per colpa di un forte starnuto;
  2. favorisce il riassorbimento osseo con il tempo, poiché viene a mancare la pressione (sulla massa ossea) esercitata con il processo masticatorio;
  3. non favorisce il parlare correttamente;
  4. deve essere quotidianamente rimossa prima di andare a letto per garantirne una corretta pulizia, rimettendola solo il mattino successivo;
  5. coprendo una parte del palato, può influire negativamente sulla percezione dei sapori;
  6. con il tempo si tende a perdere forza durante la fase di morso e masticazione del cibo;
  7. insistendo su palato e gengive, queste dentiere rischiano di generare irritazione sulla parte.

A causa di tutte queste problematiche si è compresa la necessità di puntare su manufatti protesici di diversa concezione, come gli impianti dentali.

Ma se, inizialmente, si tendeva a sostituire ogni singolo elemento dentale con un piccolo impianto, si è capito con il tempo che l’operazione:

  • era fin troppo costosa e dispendiosa anche in termini di tempo;
  • accresceva notevolmente il disagio per il paziente.

Ecco perché nasce l’all on six:

  • un impianto endosseo realizzato con viti in titanio che sostituiscono le radici del dente;
  • più corone in porcellana, avvitate riproducendo in tutto e per tutto i normali denti.

Vantaggi con l’utilizzo della tecnica all on six

pazienti con un sorriso fisso dopo procedura all on six

Oltre al fondamentale vantaggio del ripristino dell’intera arcata nel giro di 24-48 ore (servendosi della tecnica di carico immediato), l’implantologia all on 6 porta con sé anche altri aspetti positivi.

In primis, si ripristina la stabilità in ogni suo aspetto.

Se una dentiera mobile rischia sempre di muoversi, questo impianto è realmente ancorato alla bocca e, come una dentatura sana, non può essere rimosso se non attraverso l’intervento di un dentista specializzato.

Stabilità equivale ad ancoraggio preciso, ciò vuol dire che non si avranno più casi di copertura parziale del palato.

Rimpiazzando i denti perduti si va anche ad eliminare la problematica relativa al riassorbimento osseo, ora scongiurato grazie alla pressione dei nuovi denti.

Infine, con la nuova protesi inserita con la tecnica all on six, si eliminano tutti i disagi connessi alla scarsa masticazione e pulizia della dentiera.

Adesso possiamo comportarci esattamente come se avessimo i nostri denti naturali, quindi non avremo più di queste problematiche.

Procedura all on six: come viene eseguita presso Dental Competence

intervento implantologia all on six a grosseto

Vediamo adesso quali sono i passaggi che portano all’installazione di un impianto dentale con la procedura all on six.

Prima di tutto è necessario valutare quella che è la densità ossea del paziente, per capire se serve un innesto osseo, oppure no.

Per farlo, eseguiamo un esame diagnostico digitale, una radiografia digitale tridimensionale, ottenuta con la tecnologia Cone Beam.

Si tratta di un esame semplicissimo, eseguito in pochi istanti senza far provare alcun disagio al paziente.

I risultati che ne deriveranno, consentiranno di capire come e dove posizionare l’impianto, una volta attestata la qualità dell’osso residuo nel paziente (non solo in termini di altezza, ma soprattutto di spessore!).

In seguito a questo esame si programmerà l’intervento vero e proprio, con:

  • incisione della gengiva;
  • foratura dell’osso, che avrà il compito di sostenere le viti endossee;
  • posizionamento di sei viti in titanio (materiale utilizzato perché favorisce il processo di osteointegrazione dell’impianto);
  • aggancio e avvitamento alla struttura delle corone dentali.

Come già anticipato, qualora lo si ritenesse possibile, verrà eseguito questo ultimo punto già al termine dell’inserimento delle viti in titanio, così da non dover attendere qualche settimana (per far procedere il processo di osteointegrazione).

Questo è un altro grande vantaggio degli impianti inseriti con la procedura all on six, e in gergo dentistico questo inserimento prende il nome di “carico immediato”.

Per quanto riguarda la durata dell’intervento, questa è variabile a seconda dei casi, ma in genere rimaniamo su un range compreso tra le 2 e le 4 ore.

In ogni caso il paziente, durante l’intervento, non proverà alcun dolore, anche grazie all’apporto di anestesisti professionisti.

Presso Dental Competence Grosseto ci avvaliamo del contributo di 3 professioniste, operative su tutto il territorio toscano), che praticheranno una sedazione cosciente.

Avvertenze post implantologia all on 6

alimentazione dopo intervento all on six
Mangiare alimenti semiliquidi non caldi, o cibi morbidi, è sicuramente indicato i primi giorni post intervento

Una volta terminato l’intervento avremo modo di tornare a casa, ma ricordiamoci sempre di essere accompagnati da un amico o parente, in quanto l’anestesia lascerà un generale senso di intontimento.

Evitiamo di compiere sforzi importanti, come l’allenarsi in palestra; in questo caso è molto meglio stare a casa in tranquillità.

L’effetto della sedazione può durare per qualche ora, e quando svanirà non sarà strano avvertire sensazioni di fastidio o dolore nella parte operata.

In tal caso, consigliamo sempre al paziente, solo se il fastidio non consente di rilassarsi completamente, di assumere un antidolorifico e antinfiammatorio (i più comuni sono l’ibuprofene o l’oki).

Nei primi giorni post intervento, il paziente dovrà seguire una terapia antibiotica, con il solo fine di evitare infezioni e coadiuvare il processo di guarigione.

Per quanto riguarda l’alimentazione, si sconsiglia l’uso di cibi caldi e duri, molto meglio cibi morbidi e mangiati a temperatura ambiente.

Sconsigliatissimo è l’uso di alcoolici, nonché il fumo di sigaretta.

Per il resto, sarà sufficiente monitorare periodicamente il buon stato di manutenzione dell’impianto, ricorrendo subito a un controllo nel caso in cui si avvertisse mobilità nella struttura dell’impianto o in alcune delle sue componenti.

All on six VS all on four: come viene effettuata la scelta?

confronto tra all on four e all on six

Non di rado ci è stato chiesto dai nostri pazienti una domanda del tutto legittima.

Ma se esistono gli impianti con procedura all on six e quelli con procedura all on four, come si riesce a capire quando è il caso di optare per l’uno o per l’altro?

In realtà non vi è una risposta precisa, perché la scelta tra l’uno o l’altro metodo dipende da una serie di fattori, che dovranno essere analizzati dal vostro odontoiatra di fiducia.

Sicuramente molto dipenderà dalla qualità dell’osso presente, e soprattutto dal volume dell’osso stesso.

Chiaramente, dove vi è una carenza maggiore di osso, si punterà a soluzioni come l’all on four, andando a cercare le aree dove vi è maggior facilità di trovare osso residuo stabile e con uno spessore adeguato, ossia:

  • la parte anteriore della mandibola, se interveniamo sull’arcata inferiore;
  • i pilastri di separazione tra le fosse nasali e il seno mascellare, se interveniamo sull’arcata superiore.

Nel caso in cui vi sia un sufficiente quantitativo osseo, è probabile che si vada a propendere per la soluzione all on six.

Conclusioni

Con questo approfondimento, abbiamo compreso l’utilità della procedura all on six, un’alternativa fissa e duratura nettamente superiore alle classiche protesi mobili.

Abbiamo avuto anche modo di comprendere come viene eseguito l’intervento e quali sono i consigli per gestire la fase post operatoria.

Ricordiamo sempre che la valutazione sull’inserimento o meno di questo manufatto protesico, con implantologia all on 6, sarà sempre a discrezione dell’implantologo che seguirà il vostro caso.

Se abitate a Grosseto o comunque vivete nelle vicinanze, presso Dental Competence Grosseto troverete i migliori esperti in implantologia del territorio.

Il vostro caso verrà analizzato nei minimi dettagli e arriveremo insieme ad ottenere la soluzione protesica ideale, per consentire un rapido e completo ripristino del cavo orale in tutte le sue funzioni.

Se è vostro interesse, vi invitiamo a contattarci per prenotare una prima visita.

Non dovete fare altro che chiamare allo 0564 453846 o compilare il seguente form di contatto.

Ci troviamo a Grosseto, in Via Aurelia Nord, 219.

1 Step 1
Nome
Cognome
Telefono
call e0b0
Messaggio
0 /
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder

 

Dr. Davide De Rosa Palmini
Back To Top