skip to Main Content
0564 453846 info@dentalcompetence.it Via Aurelia Nord, 219 - Grosseto GR 58100
Apicectomia Dentale: Quando Si Rende Necessaria?

Apicectomia dentale: quando si rende necessaria?

Cosa si intende per apicectomia dentale?

L’apicectomia dentale rappresenta una tecnica chirurgica avanzata nell’ambito dell’odontoiatria, specificamente nel campo della chirurgia endodontica.

Questa procedura viene messa in atto quando ci si trova di fronte a problematiche particolarmente complesse riguardanti la radice del dente, che non possono essere risolte con metodi tradizionali come la devitalizzazione.

L’obiettivo di un intervento di apicectomia è la rimozione di una piccola porzione della radice del dente, precisamente la sua punta o “apice”, dove spesso si accumulano i batteri.

La necessità di questa operazione può emergere quando:

  • l’infezione radicale è tale da non poter essere trattata con la sola devitalizzazione;
  • il dente, precedentemente curato, presenta nuove complicanze e un ritrattamento endodontico risulta impraticabile.

Le infezioni all’apice dentale non sono da prendere alla leggera. Se trascurate, possono portare a problematiche ben più gravi, arrivando persino alla perdita del dente stesso.

L’apicectomia dentale si pone come un’efficace soluzione per preservare la salute orale, garantendo nel contempo di posticipare l’eventuale estrazione del dente, con successivo inserimento di un impianto dentale.

Analizziamo adesso i principali dettagli relativi a un intervento di apicectomia dentale.

Quando si rende necessario eseguire un intervento di apicectomia

ragazza si tiene la guancia per dolore ai denti

Abbiamo già anticipato come sia necessario optare per questa soluzione su un dente precedentemente sottoposto a devitalizzazione, senza aver ottenuto i risultati attesi.

In questo caso l’apicectomia dentale è una soluzione da prendere in considerazione, in quanto non è possibile eseguire nuovamente la procedura di devitalizzazione (un caso è la presenza di canali radicolari difficilmente accessibili con gli strumenti standard, od ostruiti).

Ma quali sono le condizioni specifiche che potrebbero rendere necessario un intervento di apicectomia dentale?

Una delle più comuni è la presenza di un granuloma, un’infiammazione cronica che colpisce l’apice radicale del dente.

Esso può evolversi senza sintomi evidenti, ma, se trascurato, può portare alla formazione di un ascesso, ossia una sacca di pus che si accumula intorno alla radice del dente, estendendosi alle gengive e provocando alitosi, dolore acuto, gonfiore, febbre.

Cisti dentali e fistole sono altre problematiche che possono derivare da infezioni trascurate e che potrebbero necessitare di un intervento di apicectomia.

In tutti questi casi è assolutamente essenziale consultare uno specialista ed eseguire opportuni esami diagnostici; un’esaustiva TAC dentale, effettuata con la tecnologia Cone Beam, consente di determinare l’entità dell’infezione e valutare il protocollo terapeutico più adeguato.

Come si esegue una apicectomia dentale?

intervento di apicectomia dentale

Ma come viene eseguito un intervento di apicectomia dentale?

Una volta verificato con precisione lo stato clinico del dente e definito l’approccio migliore, si procede con l’anestesia locale per garantire al paziente un intervento indolore

Il passo successivo consiste in un’incisione delicata sulla gengiva, al fine di esporre l’osso e la radice sottostante.

Qualora l’infezione fosse avanzata al punto da aver riassorbito l’osso, questa fase potrebbe non essere necessaria.

Successivamente si accede all’apice radicale e, mediante l’uso di strumenti chirurgici di precisione, si rimuovono i tessuti infetti e l’apice della radice, che si estende per circa 3 millimetri.

A questo punto, è cruciale effettuare una disinfezione accurata dell’area trattata, per minimizzare il rischio che si verifichino future infezioni.

Successivamente, si sigilla l’apice radicale con biomateriali specializzati, creando una barriera contro eventuali batteri. Con l’otturazione retrograda, l’apertura alla punta della radice viene chiusa ermeticamente, proteggendo ulteriormente l’interno del dente.

L’ultimo passo dell’intervento riguarda la gengiva: i lembi gengivali precedentemente incisi vengono riposizionati e cuciti accuratamente, garantendo una guarigione ordinata e veloce.

Nel complesso, l’apicectomia si svolge generalmente in un arco di tempo che va dai 90 ai 120 minuti, variando in base alla complessità del caso specifico.

Fortunatamente l’uso di tecnologie avanzate, come il microscopio operatorio, assicura un alto tasso di successo dell’intervento, superiore al 95% a distanza di 5 anni dal trattamento.

Quanto dura il dolore e gonfiore dopo l’intervento di apicectomia?

In seguito a un intervento di apicectomia dentale, è del tutto normale avvertire gonfiore e dolore nell’area trattata.

È molto probabile che il gonfiore si vada a intensificare soprattutto il secondo giorno post intervento, quindi non è da preoccuparsi se notiamo questo cambiamento con il passare delle ore.

Per alleviare questi sintomi, è consigliabile applicare ghiaccio avvolto in un panno morbido sull’area esterna della mascella, in prossimità del sito d’intervento (questo nelle ore immediatamente successive all’intervento).

L’assunzione regolare di farmaci antinfiammatori, come l’ibuprofene, può aiutare a minimizzare il dolore e ridurre il gonfiore.

Nei giorni successivi all’apicectomia si consiglia di seguire una dieta morbida. Alimenti come purè, zuppe tiepide, frullati, carne macinata, polpette e pesce bollito sono ideali.

Questo non solo evita ulteriori irritazioni nella zona operata ma garantisce anche un apporto nutrizionale adeguato durante il periodo di recupero.

Non dimentichiamoci, inoltre, che il corpo ha bisogno di tempo per guarire.

Pertanto, è consigliabile osservare un periodo di riposo assoluto nei 2-3 giorni successivi all’intervento. Evitare sforzi fisici e dare al corpo il tempo di recuperare, aiuterà a favorire il processo di guarigione.

Per la maggior parte dei pazienti, i sintomi post-operatori come gonfiore e dolore tendono a regredire entro 14 giorni dall’intervento, rendendo il periodo di recupero dall’apicectomia dentale spesso più breve e meno problematico rispetto ad altre procedure dentali.

Come lavare i denti dopo apicectomia dentale?  

pulizia denti dopo apicectomia

Mantenere un’adeguata igiene orale è essenziale dopo un intervento di apicectomia per prevenire infezioni e garantire una guarigione ottimale.

Nelle 24 ore successive all’intervento, è fondamentale evitare di risciacquare la bocca o toccare la zona operata.

Dal secondo giorno, si può riprendere la normale routine di igiene, ma con alcune precauzioni.

Si consiglia di utilizzare uno spazzolino con setole morbide, evitando gli spazzolini elettrici che potrebbero essere troppo aggressivi per la zona operata.

Durante la pulizia, è importante essere delicati, specialmente attorno ai punti di sutura, evitando una pressione eccessiva.

In aggiunta, effettuare sciacqui regolari con un collutorio disinfettante, come quelli a base di clorexidina allo 0,20%, può offrire una protezione extra contro la proliferazione batterica, garantendo al contempo una pulizia profonda e delicata.

Conclusioni

Come abbiamo visto, l’intervento di apicectomia dentale rappresenta una soluzione avanzata per risolvere problematiche legate alle radici dei denti.

Questa procedura, se eseguita correttamente da specialisti qualificati, può prevenire ulteriori complicazioni e garantire la salute e la longevità del dente interessato.

È fondamentale affidarsi a mani esperte per assicurarsi una procedura sicura e una guarigione ottimale.

Se abiti a Grosseto o nelle aree limitrofe, sai sicuramente a chi puoi rivolgerti! Dental Competence rappresenta un punto di riferimento per la risoluzione delle principali problematiche odontoiatriche.

Il nostro studio, situato in Via Aurelia Nord 219, vanta un team di professionisti pronti a offrirti un’analisi accurata e un trattamento personalizzato.

La nostra missione principale? Migliorare la qualità della tua vita, assicurandoti un sorriso sano e luminoso.

Per prenotare la tua prima visita, non esitare a chiamarci al 0564 453846.

In alternativa, puoi sempre compilare il form di contatto che trovi qui sotto. La tua salute dentale è la nostra priorità. Ti aspettiamo!

1 Step 1
Nome
Cognome
Telefono
call e0b0
Messaggio
0 /
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Dr. Davide De Rosa Palmini
Back To Top