skip to Main Content
0564 453846 info@dentalcompetence.it Via Aurelia Nord, 219 - Grosseto GR 58100
Gengivite Ulcero Necrotica (Acute Necrotizing Ulcerative Gingivitis)

Gengivite ulcero necrotica (Acute necrotizing ulcerative gingivitis)

La gengivite acuta ulcero-necrotica (conosciuta anche con l’acronimo ANUG, Acute necrotizing ulcerative gingivitis) è tra le forme di gengivite più pericolose.

Si tratta a tutti gli effetti di una patologia infiammatoria acuta e distruttiva delle strutture parodontali, una condizione che può sovrapporsi ad una parodontite già esistente. La gengivite necrotizzante può presentarsi a qualunque età, ma generalmente si riscontra nella fascia di età compresa tra i 15 ed i 30 anni.

I fattori predisponenti più significativi della gengivite ulcero necrotica sono sicuramente la presenza di malnutrizione e scarsa resistenza (in particolar modo in soggetti immunodepressi come i pazienti sieropositivi all’HIV). Anche l’eccessivo uso della sigaretta può rappresentare un fattore scatenante da non sottovalutare.

Caratteristiche peculiari della gengivite ulcerosa

donna con gengivite ulcero necrotizzanteLa gengivite acuta ulcero-necrotica presenta un’infiammazione limitata, con ulcerazioni (i cosiddetti orletti necrotici) di una o più punte delle papille interdentali, dolore intenso e sanguinamento, sia spontaneo che indotto anche con una semplice pressione.

Chi è affetto da gengivite necrotizzante percepisce:

  • un’insorgenza improvvisa di dolore e dolorabilità da leggera pressione, come durante masticazione e spazzolamento, che può intensificarsi all’assunzione di cibi caldi e/o molto piccanti;
  • scarso appetito;
  • gusto metallico o comunque sgradevole durante i pasti;
  • alitosi;
  • sanguinamento gengivale che si verifica spontaneamente o con una pressione leggera.

Senza intervento il progredire della gengivite ulcero necrotica si manifesta con ulcerazione che, da interessare solo la punta delle papille interdentali, si estende alle intere papille con progressiva distruzione.

Sulle aree necrotiche si forma del tessuto necrotico di colore grigiastro che, se strofinato, espone una gengiva rosso lucido ed emorragica. Le ulcerazioni possono essere localizzate alle papille interdentali o estendersi.

In questo quadro patologico si riscontrano anche cattiva pulizia dei denti domiciliare, dovuta al dolore, che porta l’individuo a non lavare i denti, fetor oris, ovvero alitosi, aumento della salivazione.

Gengivite ulcero necrotica: cause e terapia consigliata

La gengivite ulcero necrotica è causata da un particolare complesso di microbi in associazione con fattori predisponenti (locali e sistemici) che abbassano le difese dell’organismo.

Possono sussistere:

  • fattori locali: in quanto raramente si riscontra in una bocca sana curata e professionalmente controllata;
  • fattori sistemici: stress, inadeguato regime dietetico, fumo, fatica/sonno insufficiente, chemio/radioterapia;
  • malattie recenti (mononucleosi infettiva, anemia perniciosa, epatite, infezione da HIV, frequenti infezioni delle alte vie respiratorie superiori).

Nel caso si presenti questo quadro clinico, con diagnosi di gengivite ulcero necrotica, la prima terapia predisposta dall’odontoiatra prevederà delle sedute di igiene orale professionale, utili a rimuovere placca e tartaro presenti sia sopra che sotto la gengiva.

Qualora lo si ritenesse necessario, la seconda fase della cura della gengivite acuta ulcero necrotica può prevedere:

  • la rimozione del tessuto necrotico con una pulizia delle gengive, da effettuarsi utilizzando del perossido di idrogeno;
  • la somministrazione di una terapia antibiotica apposita, solitamente composta da amoxicillina e metronidazolo;

Questa terapia in studio è solitamente molto efficace, in quanto i batteri presenti in un caso di gengivite ulcerosa riescono a proliferare in assenza di ossigeno (sono difatti anaerobi).

uso del colluttorio con clorexidina per cura gengivite ulcero necrotizzanteAl paziente verrà in seguito assegnata una terapia domiciliare per la cura della gengivite ulcero necrotica, che può comprendere sciacqui con colluttori a base di clorexidina ed il lieve strofinamento delle gengive con un cotton fioc imbrevuto di acqua ossigenata.

L’obiettivo prefissato è quello di risolvere completamente la problematica della gengivite necrotizzante, eliminando la problematica della perdita di sangue e dell’alitosi, ma soprattutto riportando il tessuto della gengiva alla sua naturale colorazione (un rosa pallido uniforme) e conformazione (di uno spessore consistente e con l’aspetto caratteristico a “buccia d’arancia”, caratterizzato dalla presenza di piccole depressioni sulla sua superficie).

Per valutare l’andamento della terapia, verrà fissata una seduta di controllo a distanza di 2-3 settimane dall’igiene professionale, valutando eventuali correttivi o operazioni di pulizia. In seguito, una volta ristabilito lo stato di salute del cavo orale, si valuterà se siano necessari o meno ulteriori interventi.

La presenza di ‘crateri gengivali’ è un fattore di rischio per eventuali recidive, essendo zone di difficile mantenimento a casa e di accumulo di placca. Anche per questo il paziente affetto da gengivite acuta ulcero necrotica dovrà prestare molta attenzione alla propria igiene orale domestica e non dimenticare di fissare dei controlli con una periodicità regolare.

Dental Competence è da sempre attenta alla prevenzione delle malattie dentali, da quelle più comuni fino alle gravi forme come nel caso della gengivite ulcero necrotica. Rivolgiti per qualunque problematica, o per un semplice consulto, alla nostra clinica odontoiatrica di Grossetocontattandoci per stabilire quanto prima un appuntamento.

Dental Competence si trova a Grosseto, in Via Aurelia Nord, 219. Contattaci allo 0564 453846, o compila il seguente form per richiederci informazioni.

[]
1 Step 1
Nome
Cognome
Telefono
call e0b0
Messaggio
0 /
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Dr.ssa Elettra Fommei
Back To Top