skip to Main Content
0564 453846 info@dentalcompetence.it Via Aurelia Nord, 219 - Grosseto GR 58100
Impianto Dentale Si Muove: Da Cosa Può Dipendere?

Impianto dentale si muove: da cosa può dipendere?

Introduzione

Il tuo impianto dentale si muove? Premesso che potrebbe trattarsi solo di una semplice sensazione, resta comunque un campanello di allarme da non sottovalutare in alcun modo.

Qualora abbiate il sospetto che vi sono problematiche relative alla stabilità del vostro impianto, rivolgetevi subito al vostro implantologo di fiducia, per un controllo chiarificatore.

Come già ampiamente raccontato con i nostri approfondimenti, l’impianto dentale è un manufatto protesico fisso, realizzato con la finalità di sostituire, all’occorrenza:

  • un singolo dente o più denti;
  • un’intera arcata edentula (con il cosiddetto carico immediato).

La progettazione del manufatto è finalizzata a sostituire in tutto e per tutto l’elemento dentale perduto, garantendo anche la stabilità propria di una dentatura sana.

Di conseguenza, percepire che l’impianto dentale si muove o dondola, non è in alcun modo un qualcosa di normale, anzi!

Ecco perché, all’interno di questo approfondimento, parleremo:

  • del perché potrebbero verificarsi casi di mobilità che affliggono l’impianto;
  • di cosa fare una volta in cui si percepisce che l’impianto dentale si muove.

L’impianto dentale si muove? Stabiliamo le cause

controllo del cavo orale in paziente che lamenta che l'impianto dentale si muove

Se il paziente avverte una sensazione di instabilità nel manufatto protesico precedentemente installato, è necessario comprendere cosa c’è sotto.

Le cause da analizzare possono essere le seguenti:

Analizziamo singolarmente ogni possibilità, sempre considerando che stiamo parlando di casi che si verificano raramente.

Impianto dentale che si muove causa allentamento delle componenti

come è strutturato un impianto dentale

In questo caso il paziente percepisce la mobilità dell’impianto, poiché alcune componenti che lo compongono si sono leggermente allentate.

Questo è senza dubbio il caso meno problematico, ma va comunque eseguita una stabilizzazione rapida della parte, onde evitare che si comprometta, con il passare del tempo, l’impianto nella sua integrità.

Ricordiamo che le componenti di un impianto sono le seguenti:

  • protesi (o corona artificiale);
  • vite di giunzione;
  • abutment, (o moncone);
  • vite endossea (o fixture).

La mobilità di una di queste componenti può essere dovuta a una scorretta procedura di avvitamento da parte dell’implantologo.

Non fissando correttamente la protesi, o anche solo la vite di giunzione, è probabile che con il tempo si percepisca una sensazione di instabilità sempre maggiore.

La tua protesi dentale si muove?

In questo caso non preoccupiamoci, ma ricordiamoci di contattare subito il dentista per programmare una visita di controllo, atta a riavvitare correttamente l’elemento protesico, qualora lo si ritenesse necessario.

Eventi traumatici esterni

Un impianto dentale si può muovere, successivamente a un evento traumatico esterno, come ad esempio:

  • un colpo ricevuto da un’altra persona;
  • caduta accidentale;
  • urto contro oggetti.

Nonostante la stragrande maggioranza di questi manufatti protesici sia realizzata con materiali e metodologie di installazione che li rendono altamente resistenti, non è detto che un evento traumatico esterno non possa incidere sulla loro stabilità.

In questo caso, se percepiamo che l’impianto dentale si muove (o dondola) è necessario far effettuare un controllo rapido.

La stabilità dell’impianto non va in alcun modo sottovalutata.

Ricevere un colpo forte può aver causato un semplice allentamento e, come visto sopra, basta poco per rimettere tutto a posto.

Diversamente, potrebbero crearsi i presupposti per una mobilità sempre maggiore, che potrebbe andare a compromettere la tenuta dell’intero impianto.

Riassorbimento dell’osso alveolare

controllo odontoiatrico in paziente anziano soggetto a riassorbimento osseo

Il fattore età che avanza può sicuramente incidere sulla stabilità di un impianto dentale, nel lungo periodo.

Un normale processo di invecchiamento, per quanto lento sia, vede un costante processo di degradamento del corpo umano, e di ogni sua componente.

Quindi è possibile che si verifichi con il tempo una riduzione, quantitativa e qualitativa, dell’osso alveolare, ossia di quella componente ossea sub-gengivale, che consente un ottimale ancoraggio:

  • degli elementi dentali;
  • ma anche della struttura che sorregge l’impianto dentale nella sua interezza.

Questa diminuzione non è detto che colpisca tutti indistintamente, ma può verificarsi con il passare degli anni, provocando un fenomeno di riassorbimento parziale.

Più questo avanza, più vengono a mancare le fondamenta necessarie per garantire che l’impianto dentale non si muova.

In questi casi potrebbe essere utile programmare un intervento di innesto osseo, utile ricreare quel contesto che consente all’impianto di rimanere stabile e nel pieno delle sue funzioni.

Come abbiamo visto, in casi di atrofia ossea una buona soluzione è rappresentata dall’inserimento di un impianto con la tecnica all on four.

Impianto dentale si muove per una mancata osteointegrazione

Un impianto dentale, per avere successo, deve essere in grado di osteointegrarsi correttamente.

Deve, ossia, maturare quel processo biologico che porta a legare l’impianto (in particolare la vite di sostegno, realizzata in titanio) con l’osso alveolare, generando un legame solido esattamente come quello che sussiste con un dente naturale.

Come sappiamo, nella quasi totalità dei casi questo processo va a buon fine, rendendo l’intervento di implantoprotesi un vero e proprio successo.

Qualora questo non si verifichi (ma lo ribadiamo, sono casi estremamente rari) si possono creare condizioni tali da compromettere la solidità e stabilità dell’impianto.

Se avete provveduto al suo inserimento da non molto tempo, e notate che l’impianto dentale si muove, potrebbe effettivamente essere un campanello di allarme di un possibile fallimento dell’impianto in corso.

Non spaventiamoci, in ogni caso.

Una verifica da parte dell’implantologo, consentirà di verificare come stanno realmente le cose e predisporre le giuste contromisure.

Mobilità come conseguenza di una perimplantite

La perimplantite è un processo infettivo che colpisce i tessuti attorno all’impianto dentale.

Se non opportunamente trattata, può provocare anche la perdita dell’impianto stesso.

Essa si genera solitamente dall’accumulo di placca e tartaro attorno alla superficie dell’impianto, provocando un’infiammazione dei tessuti che si trovano attorno ad esso.

Questa infezione, progredendo sempre di più, può arrivare ad intaccare l’osso che circonda l’impianto, riassorbendolo progressivamente.

Se si percepisce che l’impianto dentale si muove, successivamente a questa infiammazione, è probabile che l’infezione si sia evoluta al punto tale da intaccare la stabilità dell’impianto stesso.

In tal caso è necessario un tempestivo controllo da parte dell’odontoiatra, per:

  • rimuovere il tessuto di granulazione, che solitamente si genera dove si è sviluppata l’infezione;
  • ripristinare la salute perimplantare, cercando di salvaguardare l’impianto, evitando la sua rimozione (molto dipenderà dallo stato di avanzamento dell’infezione, nonché dal livello di riassorbimento osseo).

Cosa fare se l’impianto dentale si muove?

odontoiatra controlla un impianto dentale che si muove

Abbiamo visto che ci sono varie eventualità per cui un impianto dentale può arrivare a muoversi.

Ovviamente stiamo parlando di una serie di casi che, fortunatamente, non sono così frequenti nella pratica.

Grazie a un’attenta opera di controllo da parte del vostro odontoiatra, unitamente a una cura della propria igiene orale e un’attenzione alla prevenzione, si può facilmente evitare l’insorgenza di problematiche che possono minare la stabilità dell’impianto.

Ricordiamoci che un manufatto protesico di questo tipo (come una protesi Toronto) deve SEMPRE rimanere rigorosamente immobile e stabile nel tempo.

Di conseguenza, se noti che l’impianto dentale si muove o dondola, non porti il dubbio, in quanto siamo noi i primi a dirti che questo non è normale e non deve verificarsi.

Un semplice controllo specialistico può consentire di risolvere il dubbio ed evitare che la problematica si aggravi più del dovuto, andando probabilmente incontro a un fallimento implantare.

Conclusioni

ragazza controlla impianto dentale che si muove

Presso Dental Competence troverai i migliori esperti in implantologia dentale a Grosseto, che ti consentiranno di ripristinare correttamente il cavo orale nella sua interezza.

Allo stesso tempo, saremo in grado di verificare che non si siano verificate problematiche o complicazioni tali compromettere la durata del manufatto protesico inserito.

Il tuo impianto dentale si muove? Non perdere tempo, è necessario valutare un controllo con chi ha esperienza nella loro manutenzione!

Se è vostro interesse, vi invitiamo a contattarci per prenotare subito una prima visita.

Non dovete fare altro che chiamare allo 0564 453846 o compilare il seguente form di contatto.

Ci troviamo a Grosseto, in Via Aurelia Nord, 219.

1 Step 1
Nome
Cognome
Telefono
call e0b0
Messaggio
0 /
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Dr. Davide De Rosa Palmini
Back To Top